TORNA “IL MAGO DI OZ” DI THOMAS CENTARO

Sabato 21 aprile 2018
torna al Teatro Pime di Milano il primo fantasy di Thomas Centaro
con un allestimento completamente rinnovato.

Grazie a “C’era una volta…”, una raccolta di fiabe in audiocassetta, conobbi per la prima volta Dorothy e tutti i suoi amici. Una storia fantastica piena di fantasia, humor e sentimento, narrata dall’inconfondibile voce di Paolo Poli. Chissà in quanti di voi che stanno leggendo questo post possedevano quelle cassette… Io posso dirvi che le ho ancora e gelosamente custodite! Poi nel 1986 andò in onda il cartone animato a Bim Bum Bam, ve lo ricordate? “Smeraldi qua, smeraldi là, ma che felicità” recitava la sigla di Cristina D’Avena. E come non citare il musical della MGM con Judy Garland del 1939, il primo film girato in technicolor che ancora oggi risplende di tutti i colori di quel “rainbow” a cui si riferisce la canzone premio Oscar. Poi, come succede a molti… sono cresciuto! Era l’estate del 2002 quando finalmente decisi di portare sul palco quei personaggi, quella storia, quel viaggio che per me ancora adesso significa molto, e regala un messaggio prezioso a chi ne viene a contatto. Si, ho scritto la sceneggiatura de IL MAGO DI OZ, ho debuttato nel 2004 al Teatro Delle Erbe di Milano e l’ho portato in scena con la mia Compagnia Teatrale non so quante volte né per quanti anni di seguito fino al 2011, riscuotendo sempre il consenso del pubblico. Poi è arrivata l’era dei musical e quel regno scintillante di magia è stato messo da parte. “Ma il pubblico de L’Odissea, Kitsch Me Licia e Reset non hanno mai visto Il Mago di Oz?” mi sono chiesto l’estate scorsa, ed ecco quindi che oggi, con orgoglio e tantissima emozione, sono qui a presentarlo a tutti voi.

IL MAGO DI OZ è uno spettacolo adatto a tutti, scritto e pensato per quegli adulti che non rinunciano al bambino che c’è in loro, e ai bambini che accolgono sempre con stupore il mondo incantato di Oz con tutti i suoi stani abitanti, perché non esiste un’età giusta per sognare ad occhi aperti. Ho voluto attenermi il più possibile a quanto scritto nel romanzo del 1900 di L. Frank Baum dal quale è tratto, con il rispetto e la cura dei dettagli con cui vorrei che fosse trattata una mia opera. Naturalmente la mia impronta registica c’è, ed è la stessa che chi mi segue ha imparato ad apprezzare nel tempo, grazie anche ai personaggi che questa storia presenta, uno più peculiare dell’altro, ma tutti con qualcosa in comune…

IL MAGO DI OZ è una favola senza tempo che vede protagonista Dorothy, una ragazzina che vive con i suoi zii in una fattoria del Kansas. Dopo un rocambolesco volo all’interno della sua casetta provocato da un terribile ciclone, Dorothy atterra nel regno di Oz, un paese magico e affascinante che non ha nulla a che fare con il Kansas, abitato da due streghe buone e due streghe cattive, dove l’unica persona in grado di riportarla dai suoi zii è il grande e potente Mago di Oz, che vive e regna nella scintillante città di Smeraldo. Percorrendo il Sentiero Dorato, Dorothy incontrerà lo Spaventapasseri, l’Uomo di Latta e il Leone Codardo, con i quali stringerà un profondo legame di amicizia e condividerà un lungo viaggio alla ricerca di sé stessa, in un mondo i cui surreali abitanti non sono poi così tanto diversi da chi si può incontrare nella vita reale. Una storia dall’immenso valore morale che inneggia a quegli ideali in cui tutti dovrebbero credere sempre: l’amore, la saggezza, il coraggio, l’amicizia e il senso di famiglia, sono alla base di questo incantevole classico, in un regno magico in cui perdersi diventa l’opportunità di incontrare nuovi amici, e il concetto di casa muta nella sensazione di trovarsi nel posto giusto.

Per questa nuova edizione dello spettacolo, inoltre, c’è una grande novità! Per incentivare la presenza dei bambini sotto i 12 anni ho riservato uno sconto unico, con una riduzione a soli € 12,00, per permettere alle famiglie di vedere uno spettacolo meraviglioso tutti insieme ad un prezzo accessibile, perché non è un prezzo alto a fare grande uno spettacolo. E continua naturalmente la promozione gruppi a partire da 12 persone in su a soli € 16,00! Appuntamento al Teatro Pime sabato 21 aprile alle ore 20:45. Il ciclone sta arrivando… ora manchi solo tu!

Sceneggiatura e regia: Thomas Centaro
Con: Silvia Romeo (Dorothy), Elena Centaro (Shelly), Thomas Centaro (Spaventapasseri), Alessandro Zoldan (Uomo di Latta), Andrea Romeo (Leone Codardo), Alessandra Ruta (Strega Dell’Ovest).

Prevendite: Circuito Vivaticket, online e presso i punti vendita autorizzati.
Biglietti: Intero, Euro 18.00 + prevendita – Ridotto bambini Euro 12.00 + prevendita – Ridotto senior Euro 16.00 + prevendita.
Promozione Gruppi: Euro 16.00 + prevendita (a partire da 12 persone | Valida solo per gli acquisti online e nei punti vendita).
Leggi le DOMANDE FREQUENTI sulla biglietteria www.thomascentaro.com/biglietti/#faq

Appuntamento sabato 21 aprile 2018 al Teatro Pime di Milano.
Vi aspetto sul Sentiero Dorato con tutti i vostri amici e bambini!

0 137