L’amore viscerale per il teatro e la voglia di raccontarsi viaggiando tra storie, generi ed epoche hanno dato luce alla Compagnia di Thomas Centaro, che nasce nel 2001 alla conclusione di un seminario su Elettra diretto da Fabio Mazzari e Lara Franceschetti. Percorsi artistici e di vita differenti, personalità marcate ed età diverse non hanno impedito di dar vita ad una amicizia profonda che dura negli anni fino ad oggi.

Thomas Centaro esordisce come sceneggiatore e regista nel 2002 con Non Siamo una Favola?, un’opera prima dinamica e brillante ambientata ad Hollywood durante un casting per un film al quale vengono convocate le protagoniste delle fiabe, che si raccontano dopo anni dal proprio lieto fine svelando vizi, rivalità e malumori che la celebrità ha provocato, mettendo in luce le profonde diversità tra la patinata finzione e la dura realtà. Lo spettacolo viene accolto dal pubblico con grande consenso anche nel 2010 e nel 2014.

Nel 2004 il debutto ufficiale sul palco del Teatro delle Erbe di Milano con Il Mago di Oz, un fedele adattamento in prosa del romanzo di Frank Lymann Baum che per più di 3 anni viene replicato anche per le scuole e nei teatri “sotto casa”.

Nel 2005 si cambia genere con la pièce drammatico-storica in 3 atti dal titolo Jeanne Valois – L’intrigo della collana, un’opera biografica in costume dai toni cupi e accattivanti ambientata tra Parigi e Versailles nel XVIII secolo, proposta con un nuovo cast anche nel 2009.

Nel 2012 il ritorno sul palco con Le notti bianche di Dostoevskji, intenso ed emozionante capolavoro della letteratura classica russa dai toni romantici e malinconici. Gran parte del pubblico esprime però il desiderio di voler ricominciare a ridere e a divertirsi, chiede uno spettacolo scacciapensieri, azzardando addirittura l’idea di un musical…

Così nel 2013 debutta al Teatro Delfino quello che diventerà lo spettacolo cult della compagnia, il musical parodia L’Odissea – Una vera Troyata, diventato “virale” per via del bizzarro accostamento tra la fedele trasposizione teatrale del poema omerico e l’adattamento in italiano di hit internazionali cucite su misura e introdotte nella storia. Senza dubbio è la produzione più riuscita di Thomas Centaro, che ne cura meticolosamente la sceneggiatura, i testi delle canzoni, la produzione e la regia.

Nel 2015, per la prima volta al mondo arriva sul palcoscenico Kitsch Me Licia, la famosa storia d’amore tra Licia e Mirko dei Bee Hive che catapulta il pubblico negli anni ’80 grazie alla minuziosa ricostruzione musicale, dei costumi e delle bizzarre acconciature dei protagonisti alle quali fa riferimento il gioco di parole del titolo. A maggio 2016 va in scena Reci-Divo, il primo one man show di Thomas Centaro con gli artisti che hanno segnato la sua prima parte di carriera per celebrare i 15 anni di compagnia teatrale, mentre a dicembre 2016 debutta Reset – Il Musical, ispirato alla teoria degli antichi astonauti e degli Anunnaki che si conferma da subito come grande successo di pubblico.

Gli attori hanno il privilegio di regalare sogni e amore a persone che non conoscono, che non hanno mai incontrato, ma la vita è un film molto più grande di uno spettacolo cinematografico.

Nicole Kidman