LA CONTESSA JEANNE VALOIS DA LADY OSCAR AL TEATRO

Dal manga all’anime, dalla storia vera e lo spettacolo teatrale
vi racconto come nasce “Jeanne Valois – L’Intrigo della collana”

Era il 1982 quando in Italia andrò in onda il primo episodio di Lady Oscar, una serie animata giapponese completamente diversa da quelle trasmesse fino a quel momento: dei personaggi affascinanti ed estremamente realistici nati dalla matita di Riyoko Ikeda, autrice del manga “Versailles No Bara” edito nel 1972, un disegno raffinato e un’animazione sofisticata dei character designer Shingo Araki e Michi Himeno, un’ambientazione storica complessa e una serie di episodi basati su una lunga pagina di storia occidentale, la Rivoluzione Francese. Probabilmente in pochi realizzarono fin da subito che le vicende di quell’anime fossero storicamente riconosciute, e tantomeno che la maggior parte dei co-protagonisti fossero esistiti veramente così come i ben noti Robespierre, il re Luigi XVI, o la celeberrima regina Marie Antoinette. Fu questo il mio spunto iniziale, una ricerca iniziata nel 2004 che mi portò ad appassionarmi in maniera particolare ad una delle antagoniste di Lady Oscar, bellissima, oscura, dai mille volti e dalla psicologia complicata.

Jeanne Valois (nell’anime Jeanne Ballot per un errore di adattamento o semplicemente di fonetica) viene introdotta dalle prime puntate come una ragazzina ribelle, spregiudicata e ambiziosa, che nel corso della serie, così come nella storia reale, diventerà una donna spietata e astuta, tanto da essere ricordata come una delle artefici del crollo della monarchia. Un caso che di certo non si studia sui libri di scuola, ma che mostra una serie di aspetti della borghesia e della nobiltà del XVIII secolo che viveva dietro ai cancelli dorati di Versailles ignorando le condizioni sociali del terzo stato. Jeanne de Saint-Rémy Valois nacque in una famiglia di nobili decaduti in un piccolo borgo a 230 km da Parigi, ma crebbe come una semplice popolana e l’incontro con una benefattrice che la introdusse alla borghesia fu una semplice fatalità. Forse fu questa la differenza con molti altri personaggi che orbitavano attorno a Versailles, Jeanne era sì una discendente della casata dei Valois, ma fin da piccola era poco più che una mendicante, e più fonti lasciano intendere che la sua indole di seduttrice la indusse a prostituirsi in fin da giovanissima. La miseria, le violenze familiari subite e il contesto torbido devono aver giocato un ruolo molto importante nella psiche della donna, che con un’apparente lucidità e una propria logica si è tramutata in una lama tagliente e pericolosa tanto da inforcare l’immagine di Marie Antoinette, l’austriaca che già da anni il popolo accusava di essere la rovina del paese.

Una arrampicata sociale graduale, una serie di incontri illustri e una morale discutibile sono al centro di “Jeanne Valois – L’intrigo della collana”, uno dei miei spettacoli teatrali più emozionanti che torna in scena sabato 2 dicembre 2017 al Teatro Pime di Milano. Nella stesura del testo ho voluto attenermi meticolosamente alle vicende reali attingendo dalle Mémoires justificatifs de la comtesse de Valois de la Motte écrits par elle-même, e riportando i passaggi collaterali più rilevanti di costume e politica che hanno concorso all’affare della collana, che inevitabilmente mutò il destino sia della corte che del popolo. Storia e tecnologia, i meravigliosi costumi e le scenografie digitali, le elaborate parrucche e le musiche di scena moderne regaleranno al pubblico uno spettacolo incredibile, un doppio cast sul palco interpreterà i protagonisti della storia, permettendo allo spettatore di assistere alla crescita non solo psicologica ma anche anagrafica di Jeanne, Nicolas de la Motte, Rosalie Lamorlière, il barone di Bréteuil e la contessa di Polignac, con una resa più cinematografica che teatrale, in una data unica imperdibile per celebrare il 35° anniversario della prima messa in onda italiana di Lady Oscar e il 45° dell’uscita del manga, abbinando alla pièce la mostra pittorica Semplicemente Oscar dell’illustratrice Sabrina Sala. Iscriviti alla newsletter per acquistare in anteprima il tuo biglietto, l’apertura delle vendite online per i non iscritti è prevista per lunedì 2 ottobre su VivaTicket.

Condividi l’articolo sui tuoi social con l’hashtag #lintrigodellacollana, e lascia un tuo commento. Un vero fan di Lady Oscar non può assolutamente perdersi questo spettacolo!

Visita il sito ufficiale:
www.thomascentaro.com/jeannevalois


SEGUI THOMAS CENTARO SUI SOCIAL

0 239